• Press
  • by generasalute
  • 16 Dicembre 2019
  • 70

Diabete, come prevenirlo: dall’alimentazione corretta allo stile di vita adatto

Di seguito l’intervista per esteso pubblicata su ForteSano.it 

Diversi fattori possono influire sull’insorgenza del diabete, lo dicono gli esperti.

Seguire una corretta alimentazione, per esempio, è fondamentale per ridurre il rischio di contrarre la malattia. Il diabete di tipo 2 è molto diffuso, infatti, negli individui in sovrappeso.

Per questo è fondamentale “raggiungere e mantenere una condizione di normopeso, seguire una alimentazione corretta e svolgere una attività fisica regolare”, lo conferma in un’intervista a Fortesano.it Rossella Mazzilli, Endocrinologa, Androloga del reparto GENERA di Procreazione Medicalmente Assistita della Clinica Valle Giulia di Roma.

La dottoressa Mazzilli ci aiuta a capire quale è il comportamento più adatto da seguire per prevenire la malattia.

Dottoressa cosa si può fare dal punto di vista della prevenzione contro il diabete?
“Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue.
Come suggerito dagli standard di cura Italiani delle società scientifiche Associazione Medici Diabetologi – Società Italiana Diabetologia (AMD-SID), i cardini principali per ridurre il rischio d’insorgenza di diabete mellito sono: raggiungere e mantenere una condizione di normopeso, seguire una alimentazione corretta e svolgere una attività fisica regolare, 20-30 minuti al giorno o 150 minuti a settimana.
I programmi di screening sono fondamentali per i soggetti a elevati rischio di sviluppare la malattia.
I principali campanelli dall’arme sono: il sovrappeso e l’obesità, la familiarità, la dislipidemia, l’ipertensione e lo scarso esercizio fisico, ma anche il parto di un neonato con peso maggiore di 4 kg nella donna e la presenza di disfunzioni sessuali, disfunzione erettile, nell’uomo”.

Esiste un’alimentazione tipo per chi soffre di diabete o per prevenirlo?
“Una dieta appropriata dovrebbe essere personalizzata, tenendo conto dell’età dell’individuo, delle consuetudini alimentari, dello svolgimento o meno di attività fisica e del peso corporeo di partenza.
Inoltre, va valutato se si tratta di prevenzione o di un soggetto già affetto da diabete e dunque dal tipo e dalla sua terapia.
In linea generale, come evidenziato dalle linee guida delle società scientifiche, le principali strategie per la prevenzione del diabete e per supportare la cura in chi è già affetto sono: assumere con moderazione i carboidrati (pane e pasta, prediligendo le farine di tipo integrale, patate e frutta) evitandone la loro sovrapposizione. Ridurre l’apporto totale di grassi, meno del 30% del contributo energetico giornaliero, consumare una adeguata quantità di proteine ed aumentare l’impiego di fibre vegetali.
A tal riguardo, la dieta mediterranea presenta delle caratteristiche ottimali.
Andrebbero inoltre evitate le bibite zuccherate, i superalcolici e i dolciumi in generale e consumata una adeguata quantità di acqua, almeno 1.5-2 litri al giorno”.

Fonte: ForteSano.it